Prima che arrivi l’estate

0

“Prima che arrivi l’estate”, un documentario diretto da Francesco Di Martino, ci trasporta nelle profonde valli montane della Valcamonica, in provincia di Brescia, Italia.

Il protagonista, Italo Bigioli, vive a Saviore dell’Adamello, uno dei paesi più elevati ed estesi della regione. La sua vita quotidiana è intrecciata con il ritmo naturale delle stagioni, e la telecamera ci accompagna attraverso le mura domestiche di Italo e nei paesaggi circostanti.

La narrazione si concentra sulla sacralità della terra e sulle incisioni rupestri che adornano queste montagne. Italo, un uomo umile e radicato al territorio, ha avuto incontri significativi con gruppi di indigeni d’America: gli Apache San Carlos e i Lakota Oglagla Sioux. Questi incontri hanno aperto nuovi significati, collegando la profondità della terra e la spiritualità delle incisioni rupestri alla sua esperienza di vita.

L’attesa dell’estate porta con sé l’anticipazione di un nuovo incontro con gli indigeni, un viaggio spirituale che si intreccia con il fluire del tempo. Mentre Italo osserva il paesaggio, seduto sotto i suoi acchiappasogni colorati, il silenzio viene interrotto dal suono del suo corno. Questo documentario ci invita a riflettere sulla connessione tra l’uomo, la natura e la sacralità del luogo in cui viviamo.

“Prima che arrivi l’estate” è un ritratto delicato e profondo di un’anima che ascolta la terra e cerca di catturare i messaggi dell’ambiente circostante. Attraverso immagini suggestive e materiale d’archivio, il regista Francesco Di Martino ci guida in un viaggio di introspezione e contemplazione, celebrando la montagna come un essere vivente.

documentario Prima che arrivi l'estate

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here