15.1 C
Trento
lunedì, 27 Maggio 2024
HomeNewsSoccorso Alpino e Speleologico: oltre 12.000 interventi nel 2023

Soccorso Alpino e Speleologico: oltre 12.000 interventi nel 2023

Nel 2023, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) ha portato a termine ben 12.349 missioni di soccorso in tutta Italia.

Le cifre parlano chiaro: quasi 34 interventi al giorno, con un totale di 12.365 persone soccorse. Di queste, 7.622 hanno riportato ferite. Purtroppo, 491 persone non sono state raggiunte in tempo dall’elicottero o dalle squadre via terra e sono state recuperate senza vita.

Le cause degli interventi sono spesso legate a incidenti comuni: cadute e scivolate rappresentano il 45,9% degli interventi, seguite dall’incapacità durante l’attività svolta (25,5%) e dal malore (12,1%). Le attività che hanno causato più interventi includono escursionismo, mountain bike, sci alpino, alpinismo classico e ricerca di funghi.

Il CNSAS, che collabora con il Servizio Sanitario Nazionale e il Sistema 118, è una forza di 7.000 operatori che garantiscono un’attività operativa 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Nel 2023, questi tecnici hanno lavorato per 33.852 giornate/uomo e oltre 206.000 ore/uomo.

La stragrande maggioranza delle persone soccorse (11.146 su 12.365) non è iscritta al Club Alpino Italiano (CAI), mentre i soci sono soltanto 1.219. Questo dato evidenzia chiaramente che la preparazione, la cultura montana e l’attenzione dei membri del CAI costituiscono una garanzia di sicurezza.

Il 49% degli interventi del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico si verifica nei mesi estivi, in particolare a giugno (7,3%), luglio (14,4%), agosto (17,1%) e settembre (10,3%). Questi numeri sono in linea con l’attività principale delle persone soccorse: l’escursionismo, che viene praticato soprattutto durante i mesi più caldi dell’anno.

Analizzando la distribuzione geografica degli interventi, emergono alcune regioni con un numero maggiore di soccorsi. In particolare, il Piemonte (17,4%), la Valle d’Aosta (13,8%), la Lombardia (12,7%), la Provincia autonoma di Trento (12,5%), la Provincia autonoma di Bolzano (10,8%) e il Veneto (8,8%) sono le aree più coinvolte. Allo stesso tempo, l’Emilia-Romagna (4,0%), la Liguria (3,7%), la Toscana (3,1%) e il Friuli-Venezia Giulia (2,9%) registrano un numero di interventi più contenuto.

Il Soccorso Alpino e Speleologico è una risorsa preziosa per chiunque ami la montagna. La sua presenza costante e la sua prontezza nel rispondere alle emergenze sono un faro di speranza per chi si avventura tra le vette e nelle grotte.

TrentinoTrekkinghttps://trentinotrekking.it
TrentinoTrekking.it è il portale del trekking in Trentino. Scopri sentieri, escursioni, passeggiate oppure rifugi, malghe e bivacchi nel territorio trentino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Più popolari

Ultimi commenti